Il paradisiaco inferno di “Foraffascinu”

foraffascinu

“Canaletta” c’è riuscito. E con lui vince “La Terra di Piero” che unita, vivace e operosa resiste alle fisiologiche e rituali ventate disgreganti. Così diviene modello imitabile per tanto associazionismo locale, troppo spesso rarefatto da squallidi individualismi. Sergio doveva arrivare oltre il fenomeno “Conzativicci”, l’opera sua prima che nell’ultima annata ha richiamato fiumare umane di spettatori restituendo il piacere della risata a un popolo come quello bruzio, più incline di solito alla lamentazione e al piagnisteo. Non era facile. Eppure Sergio Crocco “Canaletta” ce l’ha fatta, ha superato se stesso e l’ansia di non potersi migliorare.

Leggi l'articolo di Claudio Dionesalvi su www.inviatodanessuno.it

 

Articolo estratto dal sito http://www.inviatodanessuno.it

Resta in contatto con noi

La Terra di Piero

Parla con noi

Altre info

"Siti Amici"